CASTAGNOLE LANZE (AT)26-08-2000

Ecco la serata di Castagnole Lanze....un appuntamento al quale i Nomadi non mancano dal 1967. “Una balera, la musica e tante emozioni.”; così ha ricordato quel primo anno Beppe Carletti.
Anche l’anno 2000, così, ha visto nuovi ed abituali volti, sorrisi; ritrovarsi e incontrarsi sotto il cielo d’estate, di una piazza ricolma di gente fin dalle prime ore della sera. In un certo senso, la stessa di 23 anni fa.
Prima di cominciare, ecco sul palco Carletti in compagnia di Lorenzo Abbate (organizzatore dei concerti in Piemonte) e Don Mazzi (fondatore della Comunità Exodus), ospite gradito della serata, che ha confrontato una sua preghiera quotidiana con la canzone “Contro”, trovando molte similitudini. “...contro le medaglie all’onore e alla santità....questo mi è piaciuto.”

Così ha anche commentato, rivolgendosi verso un visibilmente emozionato “mastro Beppe Carletti”.

Si parte: la prima canzone è una sorpresa: “Abbi cura di te”.
Poi le note e le parole la fan da padrone, emozionando come sempre tutto il pubblico.
Ad un certo punto, sulle note “taglienti” della “Bambina Portoghese”, Danilo ricorda le “morti bianche”: “Ancora oggi muore, chi ha voglia di lavorare”;
un’osservazione tanto dura quanto giusta e veritiera.

Poi l’avvertibile emozione lo trasporta e trasporta tutti noi verso nuove considerazioni: “...vorrei sapere, perchè nella guerra del Golfo vi erano mille televisioni e mille Paesi pronti a intervenire; mentre in Tibet si “lasciano” massacrare migliaia di persone?!”.Oppure “...perchè si lasciano morire in fondo al mare 118 persone, per orgoglio personale o trame politiche?!”
E tutto si chiude, fra un assolo da brivido di Cico, in un “....spegnete le televisioni!”.
Ed ecco le canzoni di sempre: “Dio è morto”, “Canzone per un’amica” e “Io vagabondo”.
Il saluto immancabile agli indimenticabili Augusto e Dante; e l’appuntamento confermato per il prossimo anno, nuovamente lì a
“vivere forte” ogni emozione.

Con piacere si sono visti nuovamente “trenini” di persone, che rappresentano l’allegro “spirito nomade” del Popolo Nomade. In più, per l’occasione, l’Associazione “Contro”, il Comitato San Bartolomeo e la Pro Loco di Castagnole Lanze hanno realizzato una cartolina per ricordare Augusto e Dante, ritratti su di uno sfondo del paese, da conservare “gelosamente”.
In confidenza....Augusto e Dante erano lì presenti. Li hanno potuti “sentire” proprio tutti.
SEMPRE NOMADI!!

                                                                            Albatro


“Contro tutte le intolleranze, contro chi soffoca le speranze, contro antichi
fondamentalismi e nuovi imperialismi contro la poca memoria della storia....
Contro il razzismo sud africano, contro la destra del governo israeliano, contro
chi ha commesso stragi, pagato ancora non ha; per tutta la gente ormai stanca
che vuole verità, contro chi fa credere la guerra un dovere, contro chi vuole
dominio e potere, contro le medaglie all’onore e alla santità, per tutta la gente
che grida “Libertà”.

Gli istinti bestiali dell’uomo hanno seminato tristezza, morte, dolore e anche
un pò di assuefazione, ma esiste ancora il coraggio e la dignità di chi non si
arrende, di chi si ribella, di chi va controcorrente.
“Contro e la voglia di lottare, e la voglia di cambiare”

                                                                                                           I NOMADI

                                            stemma fans club.jpg
                            
  INDIETRO       HOME PAGE