Nomadi a Rho (MI)  7 Luglio 2001

Sabato 7 luglio 2001 destinazione Rho a pochi chilometri da Milano.
Il nostro spirito nomade ci guida ovunque anche a percorrere 300 chiolometri in poche ore.
Dopo una mattina superpiovosa non può che splendere il sole prima del concerto dei Nomadi, un sole
davvero caldo soprattutto dentro di noi. Nonostante un tour estivo massacrante - e siamo solo agli inizi - il concerto prende subito il volo grazie alla sublime voce di Danilo in
"Stop the world".
La serata si rileverà all'insegna dell'ironia soprattutto prima dell'esecuzione di "Ophelia", quando un
gruppo di ragazze regala al mitico Sergio un tunica bianca, una parrucca bionda e l'immancabile
ghirlanda di fiori: dopodichè Sergione indossa il tutto e con il suo violino entra in scena cosi, facendo
interrompere più volte il brano a Danilo piegato in due dalle risate.
In quella bella serata abbiamo avuto anche il piacere di ascoltare dal vivo una canzone che ci
emoziona sempre ovvero
"Primavera di Praga": ci ha incantati! Altra forte emozione ce l'ha regalata
"Te recuerdo Amanda" eseguita alla perfezione. Tantissimi bambini sul palco hanno fatto cornice a
"Crescerai" altro bel pezzo che non sentivamo da molto tempo. Come sempre è stato un live
bellissimo, sempre emozionante, forse ogni volta di più.
Pensiamo sia stupendo il fatto che i Nomadi, e in questo si rivelano da sempre unici, tocchino tutti gli
angoli d'Italia con la loro inimitabile musica: dalla città più grande al paesino che a fatica si vede sulla
cartina. E' la dimostrazione lampante che è il contatto umano la cosa più importante, cosa che altri
artisti di fama mondiale neppure conoscono.
Sempre Nomadi e sempre Vagabondi!

                                                              Luca e Cinzia   (Monasterolo - Valli di Lanzo)

                                  Stemma del Fans Club
 
                               Racconti dai Concerti indice     HOME PAGE