AOSTA 7 Settembre 2011

Non potevamo certo mancare all’appuntamento del concerto dei Nomadi ad Aosta. A Michele e Paola sempre pronti a partire si sono aggiunte Silvia e Sandrina, dopo una giornata di lavoro una serata di buon svago con ben due concerti ci vuole proprio: nella prima parte I Nomadi e a seguire il Professore Roberto Vecchioni. Arrivati ad Aosta troviamo Sergio, Cico e Beppe ai quali si aggiungono poi Massimo e Daniele, tutti sempre disponibili e sembra che tutti li vedano per la prima volta, finiti i saluti di rito ci inoltriamo nelle stradine della suggestiva citta’ in cerca di un posto dove poter cenare, ma alla fine ci accontentiamo di pizza e panino che sgranocchiamo durante la visita alla citta’. E’ ora di avvicinarsi al palco dove avevamo sistemato i nostri teli in seconda fila, quando incomincia l’imbrunire si uniscono al quartetto dei Vagabondi altre due iscritte Cinzia e Samanta, le note di “Cosa cerchi da Te” danno inizio al concerto, per proseguire con “Il vecchio e il bambino, Una storia da raccontare, Noi non ci saremo e Il fiore nero”. Ma il tempo scorre veloce e’ gia’ passata un’ora e mezza circa e loro ci salutano, come sempre Danilo e il resto della band ci raccomandano di guidare piano e ci danno l’appuntamento ai prossimi concerti.
Entrano in campo i componenti dello staff e in poco tempo cambiano gli strumenti, si affievoliscono le luci ed entra sul palco Roberto Vecchioni, ci eravamo proposti di ascoltare solo un paio di canzoni, ma anche lui con la sua ironia e la sua bravura ci ha tenuti li fino all’ultimo a cantare insieme a tutta la gente che riempiva la piazza “Luci a San Siro” – “Samarcanda” e molte altre.
E’ ora di tornare a casa, durante il tragitto gli instancabili Paola e Michele pensano a quale potrebbe essere la loro prossima meta per riascoltare i nostri beniamini in attesa di averli il 26 novembre al teatro Colosseo di Torino, Loreto, forse si, forse no…..si vedra’!

 

 

 

Sandrina

 

 

INDIETRO       HOME PAGE