ASTI, IL CONCERTO PUNTUALE!

Ehilà vagabondi! 
Eccoci di nuovo qua pronti a raccontarvi un’altra tappa delle nostre avventure ai concerti dei Nomadi! E’ da quello di Lesina, in provincia di Foggia che non ci facciamo più vivi, ma non per questo è venuta meno la nostra passione per tutto ciò che gira attorno al popolo nomade, anzi, nel corso di questi mesi di chilometri ne abbiamo macinati parecchi, dal concerto di Polonghera, dove siamo riusciti a coinvolgere un folto gruppo di amici non appartenenti alla grande famiglia, ad un’altra trasferta in provincia di Foggia, Pietra Montecorvino, al mancato concerto di Taglio di Po, in terra veneta, che ci vedeva di ritorno dalle tanto amate ferie e con una piccola deviazione ci portava sul luogo del concerto che intanto veniva annullato per diluvio ‘quasi’ universale (uno dei tanti della passata pazza estate). Ma anche in quell’occasione non ci siamo persi d’animo e il giorno dopo ci siamo subito rifatti con la musica di Sergio & Company che rimbombava tra le case del piccolo paesino di Front Canavese! E poi ancora Castagnole, il mega ed unico concerto di Piazza Duomo a Milano, quello del Colosseo nella nostra Torino ed infine quest’ultimo di Asti, che come al solito ci ha visti partire di buonora per conquistare… la nostra solita prima fila!

Ma giunti al teatro “Palco 19” ecco subito una prima sorpresa… la biglietteria avrebbe aperto i battenti solo alle 18 e l’ingresso per il concerto addirittura alle 20. Ma ormai siamo abituati alle lunghe attese, così ci siamo dedicati a fare visita ai vari mercati e negozi addobbati per le imminenti feste natalizie. E proprio durante la passeggiata mi giunge una telefonata dal fans club di Torremaggiore, mio paese natio in provincia di Foggia, che mi annuncia che in data 27 giugno 2015 si terrà un concerto dei nomadi nella splendida cittadina pugliese. Per me data obbligatoria! Torniamo alla realtà e alla nostra passione che ci porta a sostare davanti all’ingresso artisti del teatro per poter salutare i nostri mitici molto prima delle 18. Ci imbattiamo così subito in Giovanni, che da un po’ di concerti, tra una chiacchera e l’altra, è divenuto insieme a noi posteggiatore ufficiale dei musicisti che intanto cominciano ad arrivare. Prima Cristiano, che con nostra grande ammirazione si dirige verso di noi, non per un convenzionale saluto, ma per un grande abbraccio e bacio, come è di consueto tra amici di vecchia data! Mano a mano arrivano poi tutti gli altri e con mastro Beppe ci soffermiamo a parlare della mostra allestita a Novellara in onore del grande Augusto.
E dopo i saluti, subito a cena perché le 20 sono ormai vicine! Ci fiondiamo quindi all’ingresso del locale e… prima fila conquistata, anzi a dirla tutta in questa occasione ‘prima fila’ conquistata nel vero senso della parola… siamo sotto il palco! E’ venuto il momento di rilassarci, guardarci attorno e ammirare la bellezza del locale che a noi pare una bomboniera. Intanto arrivano anche gli altri vagabondi, Elisa, Rita, Milena…saluti, baci e foto di rito e caso strano, ma poi si scoprirà il perché, il concerto inizia puntuale. Il solito, ma sempre diverso ed emozionante concerto, deliziato da un Cristiano che continua superarsi ogni volta e dalle ‘scanzonature’ del sempre più impudente Cico e quando alla fine ci sentiamo stanchi dopo i salti sulle note del tedeum, ci accorgiamo già di essere con la mente a Capodanno in quel di Mantova!

P.S. Il concerto è iniziato puntuale perché a mezzanotte spegnevano tutto... noi siamo riusciti ad uscire in tempo!


I vagabondi Paola e Michele


 

INDIETRO      HOME PAGE