1000 e una sera ……bastano !

A cosa, direte voi ?
A farmi conquistare
da Yuri con questo brano. In un mio recente articolo per il giornalino avevo scritto di una canzone che avevo sentito da lontano la mattina del 14 o 15.02.2004, se non sbaglio la data e l’anno, alla (prima) inaugurazione del Parco dedicato ad Augusto a Novellara. La canzone era proprio questa, mi è rimasta nel cuore come la mia canzone preferita in assoluto, perché l’associo a quella bellissima e fredda mattinata di sole. Ieri sera a Carmagnola (To) è stata la mia prima volta con Yuri e ….... mi ha preso in contropiede, io che di solito sono guardinga, aspetto, valuto, soppeso. L’ho osservato attentamente anche perché ero nelle prime file e mi è sembrato felice ma anche intimidito ed incredulo di tanto affetto, e lo ha ampiamente dimostrato quando i nostri Presidente e vice Presidente Sandrina e Salvatore sono saliti sul palco per donargli la targa vagabonda e la ns. maglietta del F.C.

Ha realizzato un sogno -il suo sogno- e credo sia la cosa più bella vedere un proprio desiderio, qualunque esso sia, tramutarsi in realtà. Il fatto che si mettesse spesso la mano sul cuore mi ha trasmesso proprio questa sua sensazione sincera di affetto verso quello che ormai è il suo pubblico, posso ora dire ampiamente conquistato sin dal suo primo concerto a Domodossola.
Ma tornando a ieri sera, oltre ai soliti convenevoli tra fans (saluti, chiacchiere, ultime news sulle condizioni di salute di Massimo ecc., sortita in pizzeria per il nutrimento serale) nonché un po’ di confusione nel recupero biglietti del concerto e posti a sedere mancanti od occupati -ma tutto alla fine si è risolto tranquillamente- inizia il concerto con me ad orecchie e sguardo tesi ad osservare, ascoltare e carpire ogni più piccolo segnale proveniente dal palco, ma ho trovato solo tanta positività e serenità che mi è stata trasmessa da tutto il Gruppo. Che dire di ALA BIANCA , SENZA NOME, TROVARE DIO, AUSCHWITZ . Queste canzoni in particolare sono, secondo me, il banco di prova di qualsiasi cantante salga sul palco nomade. La voce ci dev’essere, eccome e per forza, altrimenti non le si può cantare come si deve! Ancora una volta Beppe ha visto giusto ed ha scelto bene.
Ma la positività della serata mi è stata trasmessa anche dal “nostro” Gruppo Vagabondo che ha partecipato numeroso e ha festeggiato il compleanno della Presidente Sandrina con cotanto biglietto di auguri letto da Cico a fine concerto insieme al nostro striscione 20+2. E sì, se ultimamente ho disertato un po’ di concerti ma per motivi personali, è ora di recuperare …….. sto girando la chiavetta della ricarica dietro la schiena, è ora di “ripartire” più motivata del solito, sono e resterò ………………..nomade per sempre.

MAPI

 

INDIETRO      HOME PAGE