CASALROMANO 23 MAGGIO 2015
27° Raduno Nazionale Fans Nomadi

Se sono qua a scrivere di questa ennesima fantastica giornata è perché con immenso piacere posso dire: IO C’ ERO!
Sono passati solo tre giorni da quando ho il nuovo album dei Nomadi, non ho avuto dunque tanto tempo per ascoltare il CD e parto con la voglia di approfondire dal vivo le canzoni inedite, il loro suono e i loro testi.
L’ atteso sabato è finalmente arrivato! Alle 7.30 appuntamento con il pullman vagabondo ed il viaggio inizia!
Per me è veramente presto ma supero lo shock della levataccia rivedendo persone con cui ho poche occasioni di incontro.
Dopo i saluti e gli abbracci iniziamo subito a festeggiare ben due compleanni. Partono applausi e auguri per Franco e Patrizia F. e mangiamo due torte in allegria gentilmente offerte da Franco. Gira anche una bottiglia di spumante, il che è divertente perché sono solo le 9 del mattino!
Tutto va per il meglio, unica nota negativa è che tutti pensavano di avere per colonna sonora del viaggio il nuovo album dei Mitici, ma nessuno l’ha portato con sé… anche questo l’ho trovato buffissimo. Da piccola credevo, ma forse anche oggi, che se tutti avessero pensato ad una stessa cosa, quella cosa si potesse avverare… in questo caso non è successo, va a capire perché!
Arrivati a Casalromano, foto di gruppo, due chiacchiere tra noi e consegna degli scatoloni con gli indumenti, poi… è già la mezza: scegliamo di gustare il “pranzo nomade” sotto il tendone, quindi occupiamo un bel tavolo e mangiamo tutti insieme.
Il nostro pensiero va a tutti i Vagabondi assenti e in particolare a Gabriella, così prepariamo per lei un messaggio speciale che verrà poi letto la sera sul palco.
Un po’ per abitudine, un po’ per gioco, torna la goliardia nel gruppo e dopo pranzo, per la gioia di Sandrina, alcuni Vagabondi si lavano anche i denti! Che bello sembra di stare in campeggio!
Nel pomeriggio si susseguono le Cover Band, la giornata di fatto è dedicata a loro. Dal Piemonte suonano i “Senza Nome” e “Ala Nomade” ma ci sono gruppi provenienti da tutte le parti di Italia.
A me personalmente colpisce una Band di Isernia: “La Rosa Nomade”, mi è proprio piaciuta.
Fuori piove e un piccolo gruppo di noi decide comunque di fare due passi, cosa che si risolve in una passeggiata di circa un quarto d’ ora, viste le dimensioni di Casalromano !
Scorre il tempo e nel tardo pomeriggio incontriamo Beppe Carletti che saluta i fans e che come sempre è disponibile per fotografie e autografi.
Ho solo più un desiderio in testa, quello di riuscire a incontrare il mio Nomade prediletto: SERGIO. Probabilmente è il desiderio di tutte le persone presenti e tutte le energie buone del cosmo hanno lavorato affinché avvenisse questa magia e così mi piace pensare che sia stata la forza del pensiero collettivo di cui parlavo prima a funzionare!!
Al settimo cielo e con gli occhi un po’ a forma di cuore passo due minuti insieme al mio amato Sergio.
Manca ormai davvero poco al concerto. Tutti iniziano a prendere una postazione, i Vagabondi sono sparpagliati tra un pubblico numerosissimo di fans.
La musica ruba i cuori di tutti dalla prima nota, i Nomadi sono davvero carichi di energia e la loro performance fa spettacolo!
Vederli sempre più affiatati tra loro è un regalo impagabile, la scaletta è meravigliosa, anche i brani nuovi suonati dal vivo entrano nell’anima e “lasciano il segno”.
A fine concerto, tornando verso il nostro pullman noi Vagabondi ci scambiamo poche opinioni, quasi scontate, perché basta guardarci negli occhi per capire che siamo all’unisono sul filo delle stesse emozioni.
Siamo felici al 100%, gioiosi, appagati, anche un po’ stanchi forse, ma bramosi di vivere la prossima avventura, il prossimo appuntamento, il prossimo concerto… per fortuna Grugliasco è vicino!!


Con Amore, SOLO E SEMPRE NOMADI, Elisa P.
P.S. un grazie speciale a Mauro, mio fotografo prezioso!

 

INDIETRO       HOME PAGE