…In terra Piemontese! Eh si, ancora non paghi dei due ottimi concerti ascoltati e visti in terra Emiliana eccoci ancora in pista per accogliere i nostri amici musicisti sul territorio sabaudo: come già un anno fa i nostri mitici son tornati a Giaveno ospiti della locale amministrazione e con il supporto validissimo del locale Fans Club i cui soci preparati e indaffarati hanno offerto a Beppe, Danilo e c. una calorosa accoglienza nel loro primo concerto dell’anno qui in provincia di Torino. 
Come sempre loro sul palco non si sono risparmiati iniziando la carrellata musicale con il brano COME POTETE GIUDICAR” e a seguire le tante canzoni che sono diventate per noi la colonna sonora del nostro quotidiano. Che emozione sentire MEDITERRANEO era da parecchio tempo che non lo ascoltavamo più e poi tutti quei bimbi sul palco con CRESCERAI persino Cico ci è sembrato fosse tornato piccolo con loro; palpitazioni proseguite ascoltando SANGUE AL CUORE  e LA MIA TERRA    (sempre molto attuale). A metà concerto una sorpresa sul palco ecco comparire il piano forte di Beppe e Sergione con il suo violino intonare musicalmente SO CHE MI PERDONERAI e SUONI in una versione strumentale da brivido e, come ciliegina sulla torta di questo siparietto a due strumenti anche SE NON HO TE che ha concluso con un ovazione da parte del pubblico il trittico romantico.  
I vagabondi della mole poi, hanno avuto il loro momento di popolarità durante lo spettacolo: Danilo come sempre attento al sociale, ha letto con attenzione i messaggi sui pacchi che frequentemente il popolo nomade porta loro in segno di solidarietà verso le popolazioni bisognose. Noi di Torino anche a Giaveno eravamo presenti con 5 scatole e relativi messaggi di cui uno in particolare ha colpito l’attenzione del Piemontese del gruppo: “Solidarietà è democrazia” complimentandosi con noi a microfono aperto. Zampettando sul palco si è poi inciampato in un altro dei nostri scatoloni leggendo anche il messaggio sopra riportato tutti noi ovviamente siamo molto contenti dall’interesse  che abbiamo suscitato, il concerto è poi proseguito con un’altra carrellata di successi: dalla prorompente UNA STORIA DA RACCONTARE, a C’E’ UN RE’ tosta e graffiante, dalla delicata MARTA alla soave  JENNY e via via sino ad arrivare a IO VAGABONDO, cantata tutti insieme.

 Silvana e Max vagabondi montanari

 

 

stemma fans club.jpg
INDIETRO  HOME PAGE