GRUGLIASCO 21 giugno
PARTITA DEL CUORE e CONCERTO...

Penso di aver iniziato a scrivere questo pezzo con la mente almeno trenta volte, e ora che sono qui, di fronte a un foglio ancora bianco, le dita si muovono sulla tastiera in modo frenetico e confuso… quasi a chiedersi “e adesso da dove inizio davvero?” …e allora decido di cedere il controllo a loro, magari sapranno mettere ordine alle emozioni e a quel turbinio di immagini che nella mia mente sfilano come in un carosello degno del Carnevale di RioEccoci qui al 21 giugno… ma non era il 13? Bhe sì.. mai data fu tanto attesa, sperata, e sospirata… anche l’allerta meteo sembrava schierarsi contro di noi, ma alla fine la tenacia e la splendida organizzazione di Sandrina capitano dei Vagabondi, ci ha consentito di giocare questa partita contro il tempo (del meteo e dell’orologio), contro la programmazione ballerina del concerto annullato e poi ripianificato, e soprattutto contro… il fiato corto e le gambe da allenare della TOP 12 della nostra formazione!  E così iniziano gli allenamenti… in serale, con lo sguardo rivolto al cielo minaccioso che scarica acqua a sorpresa, e con la voglia di esserci in qualunque condizione perché a vincere non sarà solo una squadra, ma saranno l’amicizia e la solidarietà in quella che non poteva che essere chiamata “La Partita del CUORE Nomade

…Alla fine abbiamo raccolto 1035,00 Euro destinati all’Associazione “Augusto per la vita” e questa è l’ennesima dimostrazione del fatto che quando è chiamato in causa il Popolo Nomade risponde sempre! Ma andiamo per ordine… l’ho detto in premessa che non sarebbe stato facile seguire un filo logico… se penso che dopo la partita c’è stato anche il concerto… aiutooo Ely non distrarti!!!
Bene… arrivano gli allenamenti… la guerra all’acido lattico per qualcuno e all’influenza per qualcun altro… e poi la condivisione degli schemi (“No Ely… non quelli del cartoon Holly e Benjinon c’è bisogno che salti sulla traversa, basta che corri sulla fascia avanti e indietro senza respiro ”) e poi il primo esame… partitona contro rappresentanza delle squadre giovanili per cui era previsto un triangolare proprio il 13 giugno.. data originaria in cui si sarebbe svolto il nostro evento nomade!
Questa prima partita consolida lo spirito di squadra, l’autorevolezza del grande Mister Salvatore e proclama capitane le uniche due temerarie fanciulle (Rita e Elisa) che saranno addirittura ingaggiate dal DS di una squadra femminile locale… sogno o son desta?

Bene, ci siamo, è il nostro giorno… domenica 21 arriva e chi arriva?....... Il Papa…!!!

INCISO “Lettera Aperta a Papa Francesco”: “Caro Papa Francesco tu sei un esempio per tutti, la tua tenerezza, il tuo modo di vedere ogni cosa in modo semplice e di rendere le cose semplici, si sarebbero sposati benissimo con il nostro evento, ma chiederti di fare una deviazione al tuo percorso (che già di norma ci pensi tu a deviare facendo sorridere noi e impazzire la sicurezza) sarebbe stato davvero impensabile… anche se sono sicura che l’incontro di Mastro Beppe con te su un campo di calcetto sarebbe entrato nella storia Ebbene sì… arrivi tu, e ci porti via metà del pubblico… ovviamente tutto perdonato ;-) chissà se mai nessuno ti dirà queste cose, sento solo che sia per un evento sia per l’altro, Torino domenica è stata avvolta da un’aurea di armonia e di serenità in ogni suo dove e soprattutto nel cuore delle persone inondate di emozione pura, tanto da esserne esse stesse parte. Grazie per questa bellissima visita e la prossima magari oseremo di più chiedendoti di farci da spettatore, semplicemente per come sei tu, persona tanto immensa quanto semplice fra le persone semplici”.

E alla fine… aspetta aspetta… arrivano anche i nostri amati NOMADI… aspetta aspetta perché complice un misto di bolliti a Asti… noi iniziamo il riscaldamento due ore prima e al loro arrivo siamo bolliti anche noi …ma a vederli arrivare riesplodono le energie, ingresso trionfale in campo, saluto al pubblico che nel frattempo ha preso posto nel prato circostante, sinfonia di flash e filmati, colonna sonora fatta di tutto il repertorio nomade e… fischio di inizio… ha avvio una partita memorabile… volete sapere il risultato?
E no.. adesso andiamo con ordine… ;-) Ma quanto corrono Massimo (Cuore Toro ) e Daniele? Partita del cuore ok, ma anche al cardiopalma… non si sono risparmiati un attimo… quando fanno qualcosa i nostri Nomadi lo fanno davvero… si è impegnato pure CICO!!! E quanto ha urlato il nostro Mister? Ci ha bacchettati di brutto, ma soprattutto ci ha incitati al goal e ci ha guidati alla grande per tutto il tempo! E che onore essere marcata o aver marcato (alla fine mica l’ho capito) il grande Beppe, trovandoci per caso uno in difesa e l’altra in attacco sulla stessa fascia… e poi cosa vogliamo dire del nostro Portierone Valerio, ok… ti sei fatto segnare, ma che onore prendersi un goal dal tuo batterista preferito ? Rita… niente da dire: una grande donna, un grande bomber, che sinistro ragazzi!!! E poi le new entry del calcio spettacolo.. Simone il nostro super attaccante che ha giocato pure con un dito (della mano) rotto… e Antonio e Luca e le loro fulminanti azioni; tornando ai Vagabondi di vecchia data (no.. non di età.. ) Enrico, Mauro e Rino per la difesa… l’attacco.. e di tutto un po’… Antonio pilastro della difesa e Oreste centrocampista tutto fare
… di Maurizio non parlo, perché colto l’attimo fuggente è fuggito dalla nostra rosa e ha cambiato squadra giocando con i Nomadi… bhe perdoniamo anche lui, come il pubblico e la Fulminella dichiarata che apertamente tifavano per gli ospiti!!!
Ah già il risultato… ops… ma io non mi ricordo tutti quelli che hanno segnato.. so solo che in ogni modo abbiamo
LASCIATO IL SEGNO!!! E lo hanno sicuramente lasciato loro su di noi e noi su di loro… in tutti i sensi

Ok, ok… Ladies and Gentlemen… Vagabondi vs Nomadi 4 a 6… peggio per Voi, ora vi tocca per forza darci la RIVINCITA (o se volete la RIPERDITA come mi ha scritto il Vostro Portierone Germano, che ho avuto di conoscere molto bene durante la partita … )
La giornata è poi proseguita con la merenda sinoira (grazie agli sponsor e soprattutto alle manine dei Vagabondi che hanno cucinato e portato tante prelibatezze)… già in clima concerto con la musica che si sentiva sino a Grugliasco dove ci ritroviamo intorno alle 21 per l’apertura dei cancelli….
Che dire del concerto… è stato magico come tutte le altre volte… ma questa volta c’era qualcosa in più di NOI sul palco.. il cartellone che ricordava la partita… e i riferimenti non casuali di Cico ai Vagabondi… senza contare il pon-pon che Beppe si è portato sulla tastiera… e che sventolava con i nostri…
Fantastico, questa è la sintesi di quello che si dice.. star bene insieme, essere un bel gruppo, orgogliosi di essere persone vere che ci sono nei momenti importanti e che vogliono continuare a esserci sempre, con la speranza che iniziative di questo tipo siano contagiose come il sorriso, intinto nei colori dell’arcobaleno simbolo di pace e speranza, anche di quella che questa non sia che la prima edizione di una lunga serie.

È stato bellissimo… correre nel sole con voi… e pensare che è “Tutto vero” Grazieee!!!

 

 

 

INDIETRO      HOME PAGE