CONCERTO 1 MAGGIO 2013 REGGIO EMILIA

Ed eccoci qui,con la memoria al 3 marzo,alla cena con Beppe;al quale domandiamo dove suoneranno il 1° maggio, festa dei lavoratori,ci risponde che sono in trattativa con Reggio Emilia, e così è:
Per motivi familiari siamo indecisi sino all’ultimo momento se poter andare o meno, fortunatamente riusciamo a sistemare i nostri problemi,eccoci mercoledì mattina pronti a partire per Reggio Emilia, felici per il concerto e un dispiaciuti per non poter partecipare alla manifestazione del 1° maggio,per noi considerata sacra. MA MAI DIRE MAI!!!!!!!!!!!!A Torino la manifestazione si svolge al mattino e a Reggio Emilia al pomeriggio,così abbiamo potuto sentire il discorso e vedere arrivare il corteo,anche se questa volta non abbiamo sfilato!!!!!!!!!
Così abbiamo fatto pace con il cuore e con la testa,concerto e manifestazione.
Gli intrepidi Vagabondi Paola Rosalba Pino e Michele,partire alle 8,15.
Partenza sotto la pioggia, che per fortuna si attenua e ci fa percorrere il nostro viaggio tranquilli, con sosta al solito autogrill, e
…………colonna sonora dei nostri

MITICI NOMADI.
Arriviamo così in piazza della Vittoria,costeggiata da un parco molto bello,ombreggiato,con tante panchine.
Appena arrivati nella piazza abbiamo trovato tanti amici arrivati prima di noi. Baci e saluti di rito e …stesura dello striscione per appropriarci del nostro spazio. Assolti i doveri di fans, siamo ritornati nel parco e ci siamo accomodati su una panchina che ci è servita come tavolo per il nostro pranzo a base di:panini,pizza con la cipolla,crostata con marmellata casalinga fatta da Rosalba, trooooooooooooooppo buonaaaaaaaaaaaaaa.
Nel mentre ci vediamo arrivare il BARBA,e STEFANO GHELLI molto sorridenti,con i quali scambiamo baci, abbracci , chiacchiere e foto.

Procediamo con una passeggiata per le strade di Reggio,guardando monumenti e vetrine. sino ad una piazza dove c’era “il mercatino della solidarietà”.
Gira che ti rigira, torniamo nella piazza del concerto per vedere se arrivavano i nostri beniamini,e incontriamo Daniele nel camper, che sta aspettando Giovanni,per potere parcheggiare nel retro palco.Come ci vede ci riconosce e apre lo sportello, ci saluta ride e scherza con noi, e nota lo zoppicare di michele ,per la caviglia dolente. A questo punto michele chiede a Daniele dove si può mangiare un gelato buono,ma bisogna fare 800 metri a piedi e desiste,ma la gelateria era vicina alla chiesa dove Daniele si è sposato,ma il nostro malato non se l’è sentita di camminare.Intravediamo Sergio con il piccolo Cristhian. Mentre Pino e Rosalba si riposano su una panchina io e Michele andiamo a controllare la postazione,lui si ferma lì, io faccio la spola tra lui e pino e rosalba.Pino ed io decidiamo di andarci a prendere un caffè e ci imbattiamo nell’arrivo del corteo in piazza,così raggiungo Michele sotto il palco per sentire il discorso dei 3 rappresentanti del sindacato che parlano della tutela del lavoro e degli incident sul lavoro con le loro numerose vittime,delle donne vittime di abusi e violenze, e tutti gli altri problemi che ci sono nel paese:mancanza di posti di lavoro,esodati, cassa integrati ecc…
Finito il loro entusiasmante e accalorato discorso hanno cantato e ballato ,assessori e rappresentanti del sindacato sulle note di “ BELLA CIAO”.
Dopo di ciò il figlio di Pierangelo Berti,Alberto, ha cantato 3 canzoni e per ultima l’indimenticabile A MUSO DURO.
, A SEGUIRE IL Concerto dei NOMADI
Inizia così con 5 componenti sul palco,perché il sesto CICO NON ARRIVAVA ATTARDATO CHISSà, DA UN GELATO,UN BICCHIERE DI VINO, UN SALUTO……… CHIAMATO A GRAN VOCE DAL POPOLO NOMADE si presenta scusandosi che non sapeva l’orario . Inizia così il tanto sospirato concerto con SENZA PATRIA, ANCORA CI SEI , TERZO TEMPO ecc. andando avanti scherzando, e molto carichi.
Noi Vagabondi abbiamo portato 1 scatola con abbigliamento bimbi e Cico ci ha ringraziato e dedicato la canzone ANNI DI FRONTIERA,sempre pronti ad aiutare chi ha più bisogno, e al giorno d’oggi i bisognosi sono in aumento giorno per giorno.
Durante la canzone CRESCERAI sono saliti sul palco i bambini e il piccolo Cristhian con la mamma,che ha ringraziato tutti e ha presentato il libro che Lei ha scritto sulla vita di Cristhian, le loro difficoltà e le loro gioie, la vita è bella e va vissuta, sempre, comunque essa sia, durante il discorso Cico a preso in braccio il piccolo Cristhian e mentre gli parlava Cris rispondeva con dei sorrisi bellissimi.
E’ successo un piccolo incidente di percorso,nel bello della diretta, Nel finale della canzone ALA BIANCA ,doveva esserci la musica del pianoforte ma non si sa come sia successo si è staccata la spina e la musica non si è sentita:
BEPPE era ARRABBIATISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!(non si può dire altro CENSURA)Arriviamo dunque alla lettura degli striscioni e al nostro Cico chiede dove siamoe ci dice.ma avete fatto un bus per 2 persone? NO PER 4.Dopo il TE DEUM salutiamo gli amici di Torremaggiore, e Avellino,e tutti quelli che abbiamo trovato al mattino,e andiamo dietro al palco per salutare i nostri eroi,
Salutiamo Sergio, Cico, e aspettiamo Beppe, che subito mi saluta con la stretta di mano(,stava parlando con un’altra fans) ,poi ci guarda, riconosce Michele e mi risaluta scusandosi dandomi due baci. E’ PROPRIO UN SIGNORE. Di persone così ne esistono poche.
Ci avviamo alla macchina attraversando il parco,e incontriamo il CONTE che ci saluta e ci si da l’arrivederci al concerto successivo.
Saliamo così in macchina per il rientro a casa guardando le prossime date…….e ce ne sono tante………..ma il portafoglio non va d’accordo con il cuore……………….. e allora ……….TUTTI PRESENTI A CASALROMANO IL 18 MAGGIO E SEMPRE NOMADI


I VAGABONDI DELLA MOLE PAOLA ROSALBA PINO MICHELE

 

INDICE     HOME PAGE