SAVIGLIANO (CN)
22 - 05 - 1999



Si parte con Fabio. A Savigliano nell’area concerto del campo sportivo ci ritroviamo con altri amici del Fans Club: Daniela, Valeria, Francesca, Daniele, Silvia, Carla e Claudio, Grazia ed Ugo. La presenza del pubblico è calcolata dai biglietti acquistati in 3.500 - 4.000 presenze !
Prima del concerto sul palco salgono alcune associazioni "arrivate" fin qui dalla Campania e dalla Sicilia, che si occupano della difesa dei diritti dei bambini.
Il concerto comincia tra luci e colori impressionanti con la classica scaletta di quest’anno. Da rimarcare l’interpretazione spettacolare dell’"Atomica Cinese" : tra effetti stroboscopici degni della migliore discoteca e nebbie sollevate dai fumogeni esce Danilo col cappellino dell’esercito cinese e muovendosi come un automa, impersona il militare che obbedisce agli ordini senza possedere una coscienza per quello che sta per compiere. La canzone è dedicata al Tibet, contro tutte le violazioni dei diritti umani subite dai Tibetani ancora "stranieri" in Patria. La Cina, si accinse ad invadere il Tibet nel 1950 iniziando una delle più spietate forme di sistematica violazione dei diritti umani che il nostro secolo ricordi. Facile impresa la conquista di un popolo che ha come unica arma la non - violenza. Danilo sottolinea il milione e duecentomila tibetani, un quinto della popolazione, morti come risultato dell'occupazione cinese. Migliaia di prigionieri religiosi e politici vengono detenuti in campi di lavoro forzato, dove la tortura è pratica comune. I bambini erano sovente obbligati ad accusare i genitori di aver compiuto questo o quel crimine e a colpirli con sassi. Molti genitori, a loro volta, sono stati costretti a pagare i proiettili usati per ucciderli e a ringraziare i cinesi per aver eliminato "elementi antisociale". Le donne tibetane sono soggette tuttora a sterilizzazioni forzate e a procurati aborti: occorre che i cinesi in Tibet siano sempre più numerosi e i tibetani sempre di meno. Le donne tibetane si rifiutano di partorire negli ospedali perchè in molti casi il bimbo viene loro sottratto e considerato "morto durante il parto".Il concerto continua dopo questa triste parentesi per fortuna su temi più allegri e simpatici: Danilo si e' piu' volte esibito alle percussioni ed agli strumenti ritmici con Sergio, molto divertente l'interpretazione di "Fiore nero" in versione country con l'intermezzo comico di Danilo che ha improvvisato una "Laura non c'è" e la modifica "Così quando Laura muore fiore perdi il tuo colore ...".
Da ricordare che Daniele, appena finito il concerto, si è affacciato sul palco ed ha regalato le sue bacchette ad una nostra amica del Fans Club (Valeria).


Dome sn


 

INDICE     HOME PAGE