Torino - 12/11/’99
Concerto per O.A.S.I.

Ed eccoci di nuovo a parlare di un concerto dei nostri amici Nomadi, per la precisione quello tenutosi nella nostra città al Palastampa il 12 Novembre.
Il concerto era organizzato dall'Associazione O.A.S.I. e i proventi della vendita dei biglietti andava a favore dei bambini abbandonati e denutriti di Corumbà, nel Mato Grosso (Brasile).
Insomma una delle iniziative solidali che tanto amiamo noi Fans dei Nomadi e alle quali abbiamosempre aderito in massa: anche stavolta ci siamo contraddistinti, il Palastampa era stracolmo, il che significa che l'iniziativa è andata a buon fine.
Per ribadire l'intento umanitario dell'evento, prima che i Nomadi salissero sul palco, è stato proiettato un video girato appunto in Brasile, che parlava dell'Operazione Mato Grosso, alla quale partecipano attivamente la stessa O.A.S.I., il Gruppo San Paolo di Torino ed il Gruppo M.I.O. di Moriondo (Moncalieri). Tale video illustrava l'instancabile lavoro di queste Associazioni che aderiscono all'Operazione Mato Grosso. Dopo la proiezione, è salito sul palco un giovane musicista dell'Associazione O.A.S.I., che con la sua chitarra acustica, ha saputo rendere con bravura le atmosfere dei paesi latino-americani.
Momenti d'impegno si sono avuti anche durante il Concerto, quando Danilo ha invitato sul palco Don Luigi Ciotti, fondatore e responsabile del Gruppo Abele di Torino, che tanti giovani ha salvato dal tunnel della droga. L'occasione era ovviamente la cronaca di questi giorni, con quel ragazzo ucciso da una maledetta pasticca di ecstasy; Danilo ha detto testualmente:"Se qualcuno in una discoteca vi vuole vendere una pasticca, ditegli che può mettersela sù per il culo!". Ovazione generale, perchè quando ci vuole ci vuole! Don Ciotti invece ha fatto notare che la cosa più grave non è la morte di quest'unico ragazzo, ma il fatto che prima di lui ne siano morti altri, senza che i mass-media si siano minimamente interessati. E' la prima volta che sento Don Ciotti parlare in pubblico e devo dire che non si può rimanere indifferenti alle parole pesanti come pietre con le quali quest'uomo sa risvegliare le coscienze!
Il concerto vero e proprio è stato fantastico, con l'inserimento di pezzi che non sentivamo da tanto, come "Gordon", "Ophelia" o vere e proprie rarità, come la stupenda "Immagini" (datata 1975 !), che eravamo in pochi a conoscere nel Palastampa, ma quei pochi si saranno sicuramente commossi; il testo (vedi notiziario del mese scorso) è molto "ermetico", non è facile da comprendere ("Sono anch'io un figlio di questo tempo/ma quando sono nato mia madre non c'era/crescere l'ho fatto e poi a vivere ho imparato/ma vorrei saperne di più") . Ma secondo me rispecchia molto certi quadri di Augusto, con il loro fascino misterioso ("il corvo gracchiando forte non dice l'anno/la rondine fugge via e non dice l'ora"). Da notare in questa canzone, oltre alla voce di Max, il meraviglioso assolo finale di Cico, che mi fa sentire di meno la mancanza di "Ala bianca" (e relativo assolo), che non viene più eseguita dal vivo. Danilo ha anche espresso la sua opinione (personalmente, da me condivisa) sul crollo di quella palazzina a Foggia e ha fatto notare che ci sono ponti ed acquedotti romani che sono ancora in piedi adesso, mentre edifici costruiti qualche decina di anni fa crollano come castelli di carte! Forse qualcuno ha risparmiato sul calcestruzzo?
Divertentissimo il momento in cui Danilo ha simulato una telefonata al cellulare tra 2 fidanzati, per prendere in giro l'idea avuta da qualcuno di inserire messaggi pubblicitari durante le telefonate. Lui:"Ciao amore"; Lei:"Ciao,mi manchi tanto"...e all'improvviso: "Plin plon... quando la diarrea vti sorprende..." : la risata è stata generale!
Un pò meno si sono divertiti i tifosi bianco-neri, quando è stato invitato sul palco anche Mondonico, allenatore del Torino, ma fortunatamente tutti hanno dimostrato la loro sportività, evitando urla e fischi.

                                                                                                   By Daniele

 

 

INDICE     HOME PAGE